Cimolai firma Arcalupa, l'enorme chiatta inaugurata tra Trieste e San Giorgio a Nogaro

Dopo aver superato tutte le prove tecniche, è stata appena inaugurata tra Trieste e San Giorgio a Nogaro la Arcalupa, una enorme chiatta (in gergo, barge) il 50% più grande della media di altre imbarcazioni simili. Lunga 127,2 metri, larga 31,5 e alta 6,5, è stata costruita dalla Cimolai, azienda da oltre 500 milioni di fatturato e 3.000 dipendenti, di cui circa la metà esterni.

 

Aracalupa pesa circa 4.000 tonnellate ed è in grado di trasportare carichi eccezionali in mare fino a 14.000 tonnellate. Inoltre, in circa 10 ore può immergersi completamente (6,5 metri dal piano del ponte, 13 dal fondo dell’imbarcazione), creando una sorta di bacino di carenaggio mobile in grado di trasportare scafi di imbarcazioni (comprese navi da crociera), piloni di calcestruzzo, le paratoie del Mose, sezioni strallate dei ponti che vengono costruiti sull’acqua, come anche strutture (moduli) in acciaio per l’oil & gas, per esempio i grandi serbatoi di idrocarburi.

 

L’opera ha un valore commerciale vicino ai 30 milioni. Con il supporto finanziario di Banca di Cividale è stata costruita negli stabilimenti di San Giorgio di Nogaro, dove sono stati impiegati centinaia di lavoratori, per un totale di 230 mila ore lavorate (quasi 29 mila giornate). Costruita per uno interno dalla Cimolai, perché funzionale a molti dei lavori e delle grandi commesse che l’impresa sta già sviluppando, potrà tuttavia essere anche utilizzata per terzi. Richieste di affitto per la super-chiatta stanno già arrivando.

 

 

 

Gli altri video di Economia